Le spiagge più belle della Puglia e del Salento

Amatissima dai turisti stranieri (che ogni anno aumentano di numero), osannata anche da quelli italiani: la meta preferita per le vacanze e i bagni estivi è sicuramente la Puglia. È la regione più a oriente d’Italia e ha ben 865 km di costa, tra scogli e sabbia. Il successo turistico della Puglia ha promosso il fiorire di pacchetti vacanza adatti per tutte le esigenze, da Groupon a Groupalia, passando per Booking o Expedia. Tenete d’occhio questi siti web, l’offerta giusta è sempre dietro l’angolo.

Le spiagge “cittadine”

bella spiaggia

La peculiarità della Puglia è l’avere centri abitati magnifici in riva al mare, per cui la frenesia cittadina e dei borghi si affaccia su spiagge non solo balneabili, ma anche bellissime dal punto di vista naturalistisco. Cominciamo il nostro viaggio da Polignano a Mare, cittadina in provincia di Bari, e il suo panorama roccioso unico al mondo. La città è arroccata sulle rocce a strapiombo sul mare blu cristallino e ogni tanto si incontrano grotte marine navigabili in barca. La spiaggia più famosa di Polignano? Lama Monachile in pieno centro città.

Attaccata a Polignano c’è Monopoli, città grande dalle spiagge sabbiose incantevoli. Basta fare un giro nel centro storico per ritrovare piccoli accessi al mare nascosti tra palazzi storici e bellissimi giardini. Poco fuori dal centro cittadino c’è Capitolo, la spiaggia più grande e bella di Monopoli, sempre gremita di gente di giorno, ma anche di sera per bellissime feste in riva al mare.

Scendiamo giù nella punta del tacco, il Salento, terra di sole e di vento. Le due perle salentine sono Otranto e Gallipoli, entrambe famosissime per le loro spiagge. Ad Otranto l’acqua è talmente pulita che si può persino fare il bagno nel porto turistico, ma se si cerca un po’ di privacy basta camminare un po’ oltre e si scoprono insenature naturali spettacolari. Gallipoli, invece, affaccia sullo Ionio ed è stata battezzata proprio “La perla dello Ionio” per la sua bellezza. Grandi spiagge sabbiose in pieno centro e tantissime attività durante il periodo estivo, tra concerti e discoteche che la rendono la meta preferita dei più giovani.

Il Salento più selvaggio

bellissima spiaggia con il rock

Addentrandosi nel Salento più selvaggio si scoprono vere e proprie riserve naturali a partire da Torre Guaceto, nel Brindisino, e la spiaggia di Punta Penna Rossa, regno delle dune sabbiose e del mare trasparente.

In zona Otranto ci sono la spiaggia di Baia dei turchi, una delle più belle del Salento, una lingua di sabbia bianca circondata interamente dalla vegetazione mediterranea tipica della Puglia. Ma più a nord c’è Torre dell’orso, località a mezz’ora di macchina da Otranto, ma tecnicamente appartenente a Melendugno, in provincia di Lecce. Qui rocce e sabbia si alternano conservando la storia di questa terra. Torre dell’orso era, infatti, uno scalo importante per i naviganti che attraversavano il mar Adriatico

Più giù verso Porto Cesareo c’è, invece, Torre Lapillo, spiaggia dalla sabbia chiarissima e fine che si estende anche sott’acqua per decine di metri.

Il Gargano e il tesoro delle isole Tremiti

Beach Vieste

Ma non bisogna dimenticarsi del nord della Puglia e lo splendore assoluto del Gargano, punto più alto della regione visibile su tutta la costa nelle giornate più chiare. Bellissime le spiagge di Vieste, il regno degli scogli alti e della montagna che si tuffa nel mare.
Ed infine loro, le isole Tremiti, un tesoro naturalistico ineguagliabile. Le Tremiti sono un piccolo arcipelago a nord del Gargano raggiungibile in barca e facente parte a pieno titolo del Parco Nazionale del Gargano. Un vero privilegio tuffarsi nelle acque cristalline di queste isole pugliesi, la più amata attrazione turistica dell’intera regione.